Cosa succede al nostro corpo quando ascoltiamo la musica? 

La musica attiva alcune aree del tuo cervello che sono coinvolte nel movimento, programmazione, attenzione, apprendimento e memoria.

La musica rilascia nel cervello anche una sostanza chimica chiamata dopamina che migliora l’umore e riduce lo stato d’ansia. La dopamina inoltre trasmette piacere, gioia e motivazione. La musica rafforza il tuo sistema immunitario. Può creare esperienze emozionali positive le quali danno luogo alla secrezione di ormoni che rafforzano il sistema immunitario.

Permette ai pazienti con gravi lesioni cerebrali di richiamare alla memoria ricordi personali.

La musica inoltre allevia il dolore. I pazienti chirurgici che ascoltano musica prima, durante o dopo gli interventi mostrano punteggi ridotti nella scala del dolore, un ridotto senso di ansia e bisogno di analgesici. E quando i chirurghi ascoltano la propria musica preferita, le loro tecniche chirurgiche e l’efficienza migliora.

La musica aiuta nella produzione di un ormone legato allo stress chiamato cortisolo: il cortisolo aumenta l’utilizzo del glucosio da parte del cervello, è soprattutto una fonte di energia.

Il cortisolo migliora la disponibilità di sostanze necessarie a riparare i tessuti danneggiati.

La musica che dà i brividi accresce anche l’altruismo, la musica che ti piace ascoltare ti rende più gentile verso gli altri. E se sei un musicista a cui piace suonare uno strumento quando ascolti musica il tuo cervello si accenderà simmetricamente e l’area del corpo calloso, quella che collega l’emisfero destro e sinistro del cervello nel tuo cervello accrescerà le sue dimensioni.

Una musica rilassante può abbassare la pressione alta e può aiutare le persone che soffrono di emicrania e mal di testa cronici, riduce intensità, frequenza e durata dei mal di testa. Uno studio ha rivelato che ascoltare la musica aiuta i bambini che soffrono di epilessia, riduce il numero di attacchi nei pazienti.

La terapia basata sulla musica può prevenire lo sviluppo di una forma cronica di tinnitus, può migliorare la durata e l’intensità della tua concentrazione. La musica può effettivamente far innalzare l’efficienza nell’esecuzione di lavori ripetitivi o compiti.

Ascoltare della musica classica per rilassarsi prima di andare a letto può ridurre problemi di insonnia.

I bambini affetti da ADHD mostrano delle performance migliori in matematica dopo aver ascoltato la musica…e ascoltare la musica durante un test di matematica può migliorare la performance del 40%.

La musicoterapia durante il travaglio può ridurre l’ansia post partum e il dolore. Accresce la soddisfazione del parto e diminuisce le percentuali di depressione post partum.

LA MUSICA E’ MERAVIGLIOSA!

Il metodo Tomatis stimola il cervello grazie alla musica e alla voce. 

Vuoi saperne di più?
Contattaci per una consulenza gratuita al numero 051 485 9072 o via mail a info@auresbologna.it

© Aures di Bassoli Chiara | via Vittorio Veneto 21/C 40131 Bologna

 Note legali | Privacy e Cookies